Home | News | Interrogazione al Sindaco sull’alluvione e il ripristino del Palazzetto dello Sport

Interrogazione al Sindaco sull’alluvione e il ripristino del Palazzetto dello Sport

Posted on

Senigallia, 24/07/2014

Al Presidente del Consiglio Comunale
Al SindacoPalasport_Senigallia

Interrogazione scritta a risposta orale

In seguito ai tragici fatti dell’alluvione di inizio maggio diverse proprietà private e pubbliche sono state pesantemente danneggiate. Tra questi immobili, purtroppo, c’è anche il Palazzetto dello Sport sito in Via Capanna.

Il Palazzetto dello Sport svolge una funzione sociale che è importantissima oltre che simbolica. Il suo immediato ripristino alla normalità diventa prioritario così come quello delle altre strutture sportive compromesse, come ad esempio la piscina delle Saline.

Il 20 giugno scorso il Sindaco ha incontrato i vertici di EBAM (Ente Bilaterale Artigianato Marche): questo incontro ha fatto seguito a quello avvenuto con Confartigianato Imprese, CNA, Casa Artigiani, Claai, CGIL, CISL e UIL. Si è convenuto, tutti insieme, di intervenire per recuperare una struttura di interesse sportivo: la scelta è ricaduta sul Palazzetto dello Sport.

Riteniamo questa scelta giusta e segno di una grande sensibilità del mondo sindacale e imprenditoriale, oltre che artigiano. Ringraziamo l’EBAM per la disponibilità nell’effettuare questo tipo di operazione.

Chiediamo quindi al Sindaco, relativamente ai lavori necessari per ripristinare la piena funzionalità del Palazzetto dello Sport, se sia possibile intervenire per fare in modo che il Palazzetto venga messo a norma (da un punto di vista di requisiti tecnici e di sicurezza) e reso idoneo a competizioni agonistiche e gare ufficiali ANCHE PER altre discipline, come ad esempio il calcio a 5. Questo in un’ottica di inclusione sempre maggiore per quegli sport praticati da molti cittadini ma che, ad oggi, hanno pochi spazi pubblici per esprimersi. Inoltre bisognerebbe sfruttare l’occasione per incentivare ancora di più il turismo sportivo.

Dario Romano
Mauro Gregorini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top